venerdì 28 aprile 2017

LecceCronaca.it

LecceCronaca.it

Sideralgia di Marta Vigneri (iQdB Edizioni di Stefano Donno) al Caffè Letterario di Lecce con l’Associazione Grifondoro


























Sideralgia di Marta Vigneri (iQdB Edizioni di Stefano Donno) sarà presentato il 30 aprile 2017 da Serena Gatto dell’Associazione Grifondoro presso il Caffè Letterario di via G. Paladini 46 a Lecce ore 19,30 Interverrà l’editore Stefano Donno.
DALLA PREFAZIONE di FRANCESCA TUSCANO - “Che poesia è dunque LA poesia di Sideralgìa? Ma sarebbe meglio dire cosa non è: non è poesia del sentimento, inteso come necessità espressiva di un’intimità non mediata, ingenua (…) La poesia di questa raccolta è invece densa di sottotesto, mediata, e se di sentimento parla lo fa con evidente consapevolezza formale, oltre che tematica. Non è poesia per signore con cagnolino da grembo (come avrebbe detto Majakovskij). La poesia di Marta (qui il nome non è dell’autrice, ma della voce che agisce, nella raccolta) è poesia dell’urlo (comunicativo), che nasce dal suo opposto, l’afasia che ha conosciuto, carnalmente, l’Ospite, e la sua distruzione. E perciò la scelta linguistica diventa discrimine (come sempre è nella poesia, peraltro, quando è poesia). La scelta (ideologica) di Marta è quella di chi avverte il dovere, oltre che la necessità, di definire il reale attraverso un sistema di indagine non semplicemente percettivo. Esistono molte lenti per mezzo delle quali si assume il reale (…). Marta usa lenti che non riproducono in nettezza, ma in profondità.”
DALLA POSTFAZIONE di MARCELLO BUTTAZZO – “La sua è poesia filosofica, d’un progressivo incedere, d’un elegante procedere. Filosofica perché va a fondo dell’essere, scava intimamente nelle scaturigini dell’esistente, rivelando e mostrando sempre tracce consistenti di vita vissuta. Quella di Marta Vigneri è poesia di fisica ponderatezza. Il corpo balena, respira, parla, declama, evoca, echeggia. “Il corpo violato è padrone miserabile del tempo fortuito, trafitto dal ferro azzurro e affilato”. . Versi dell’alterità quelli di Marta, perché l’Autrice non si rinchiude mai in uno sterile fortino di egocentrismo: tutt’altro. Con le sue parole d’amore, di gioia e di dolore, getta un ponte conoscitivo e prolifico con l’altro da sé. I suoi versi non sono uno specchio di vacuo egotismo, ma un veemente e intenso treno in corsa, con cui la poetessa ci invita al viaggio.”
Marta Vigneri è nata a Galatina, in provincia di Lecce, nel 1978. Laureatasi in Filosofia presso l’Università degli studi di Lecce, ha successivamente conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in “Scienze della Mente e Teoria dei Significati” nella medesima Accademia. Sogna di vivere in un querceto, dove le sia garantito l’amore di un gigantesco cane corso dagli occhi di stagnola. E la vita, inventata, della scrittrice di cose minime.

iQdB edizioni di Stefano Donno (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)
Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 - 73107 Sannicola (LE)
Redazione - Mauro Marino
Segreteria Organizzativa – Dott.ssa Emanuela Boccassini (ema.boccassini@gmail.com)
Public Relations – Raffaele Santoro
Social Media Communications - Anastasia Leo, Ludovica Leo

Tap, dopo la rimozione delle barricate nuovo presidio contro il gasdotto

MELONI BENEDICE RITORNO DI CONGEDO E PER LECCE PLAUDE SIGNORE

Via Leuca a Lecce, parola ai commercianti: le interviste

Lecce, Comunità Emmanuel

mercoledì 26 aprile 2017

PERCORSI DEL GUSTO – ESPERIENZE A CONFRONTO Tavola rotonda con cinque donne giovedì 27 aprile al Castello Carlo V di Lecce



Giovedì 27 aprile, alle ore 18, al Castello Carlo V di Lecce, è in programma la tavola rotonda “Percorsi del Gusto - esperienze a confronto”, a cura di Titti Pece.
Nel corso dell’iniziativa verranno raccontate e analizzate best practices, case histories e idee per il futuro: una tavola rotonda  dove si metteranno a confronto  esperienze al femminile maturate in vari ambiti professionali, dal mondo dell’università e della ricerca a quello dell’editoria e della comunicazione, passando attraverso  le storie di imprese e le testimonianze  di operatori.  
Sarà l’occasione anche per parlare di viaggi esperenziali, percorsi del gusto, turismo enogastronomico: con uno sguardo attento  alla valorizzazione delle risorse, “i nostri Beni  culturali enogastronomci”, con  una  particolare attenzione prestata anche alle criticità da superare. Su quella difficile linea di confine, che per i salentini è anche un orizzonte, dove si incontrano tradizione e innovazione, due aspetti da coniugare efficacemente.
Ad aprire i lavori sarà Mary  D’Errico, presidente ISTES, capogila del progetto A.R.T.S., (Arte Rete, Turismo, Salento). Alla tavola rotonda parteciperanno cinque donne,  tutte protagoniste in vario modo del mondo del turismo enogastronomico e ognuna con la propria  ‘storia’: Milena Calogiuri, sociologa, docente di Social Media Marketing.  founder dell’Instagram Tour "#SalentoUpnDown –È membro della Community Nazionale di Instagramers Italia ed è community manager di Instagramers Lecce e Salento, per cui cura la creazione di challenge, instawalk, instameet; Alessandra Della Tommasa, per l’azienda di famiglia, la storica azienda vinicola Leone De Castris, si occupa di turismo enogastronomico con accoglienza e organizzazione di eventi sia nella cantina che nel museo  annesso. La prossima riapertura del Wine Hotel Villa Donna Lisa completa il sistema aziendale di organizzazione di eventi per promuovere la cultura e l'enogastronomia del territorio; Monica Fait, ricercatrice in Business Management presso il Dipartimento Scienze dell’Economia dell'Università del Salento, Lecce. La sua attività di ricerca si focalizza sul ruolo dei prodotti tipici agroalimentari nella creazione dell’identità tra marca e territorio; sul valore del territorio di origine; sul potenziale della web communication nel settore vitivinicolo e Alessandra Moschettin, una lunga esperienza di chef, professionalità e conoscenza  dei prodotti del territorio, anche personal chef e  conduttrice di corsi di cucina. Collaborazioni con il Quoquo Museo del Gusto. Una testimonianza dal backstage delle cucine. Vantaggi e rischi di una ‘professione’ o ‘mestiere’ forse oggi troppo di moda, Titti Pece, storica dell’arte e delle cucine, project manager  della Associazione culturale ed enogasstronomica Parco Salento, ideatrice e fondatrice del Quoquo Museo del Gusto, direttrice della casa editrice Moscara Associati e autrice di volumi dedicati a itinerari culturali ed enogastronomci nel Salento.

Ballerino piazza Mazzini Lecce 2

Ballerino piazza Mazzini Lecce

LECCE | Gasdotto tap, intesa sui 12 ulivi zollati

LECCE IL 25 APRILE E' IERI, OGGI E DOMANI

venerdì 21 aprile 2017

Dal 23 al 24 aprile 2017 i nuovi appuntamenti di iQdB Edizioni di Stefano Donno con Daniela Palmieri, Anna Scarsella, Chiara Evangelista e Raffaele Polo




















Il 23 aprile alle ore 19,30 Daniela Palmieri presso il Caffè Letterario di via Paladini a Lecce, presenta  “Con tutto il cielo in gola” (iQdB Edizioni di Stefano Donno). Dialoga con l’autrice Serena Gatto dell'Associazione Grifondoro
“Con tutto il cielo in gola” di Daniela Palmieri edito da iQdB Edizioni di Stefano Donno è un romanzo sociale, ambientato nella contemporanea città di Lecce. L’autrice, con uno stile semplice e scorrevole, dal ritmo incalzante, racconta le vicende di confine della così nota “zona 167”. Con estrema sincerità Daniela dipinge i volti, le anime e i pensieri turbinosi dei vari personaggi, impegnati a superare le difficoltà che il destino ha posto sul loro cammino. Attorno ai protagonisti ruotano numerosi personaggi, la cui vita è scandita da gesti quotidiani, dagli stessi volti e luoghi in cui ritrovarsi, dalle stesse chiacchiere, dalla storia che sembra ripetersi uguale per tutti, fatta di sconfitte, di frustrazioni e fatica. Le loro vite girano su se stesse e si intrecciano con quelle di Antonio e Matilda. Il primo è un quarantenne deluso e sconfitto dalla vita. Era una “promessa”, avrebbe potuto fare grandi cose, ma, con la scomparsa del padre perde tutto: non solo l’affetto del genitore, ma persino se stesso, il proprio futuro e le speranze. Anche la morte prematura del padre di Matilda cambia completamente la vita della sedicenne. La madre, per pagare i creditori vende tutto, abbandona la casa e il lusso in cui vivevano e si trasferisce, con le due figlie e la nonna, in un quartiere che odora di disperazione e povertà. Uno spazio urbano dove ciascuno sembra condurre la propria esistenza incurante della sofferenza altrui, dove il grigio pervasivo sembra l’unico colore in grado di soffocare qualsiasi possibilità di slancio. Tutto questo fino a quando lo sfratto nudo e crudo di una famiglia in difficoltà “sveglia” gli abitanti della “167”,  e li porta fuori per strada a lottare per una causa. Certo, ciascuno per un motivo differente: chi per sentirsi parte di un qualcosa di grande, chi per farsi perdonare un omissione una negazione, chi per farsi notare dall’uomo di cui è segretamente innamorata, chi semplicemente perché non ha altro da fare. E allora per tutto il quartiere si sente una certa “aria di rivoluzione” …   da respirare a pieni polmoni senza se e senza ma!
Daniela Palmieri è proprietaria dell’omonima libreria, una delle più antiche di Lecce. Ha scritto “Parole in prestito” per iQdB edizioni.

In medias Res di Chiara Evangelista (iQdB Edizioni di Stefano Donno) il 23 aprile 2017 alle ore 19,00 sarà presentato da  Giuseppe Puppo (scrittore e direttore di Leccecronaca.it) presso il Fondo Verri in  via Santa Maria del Paradiso 8 a Lecce.
“A chi mi ama per ciò che sono e a chi mi ha sostenuta in questo incipit… In medias res!”.  Così si apre la raccolta poetica dell’esordiente  leccese Chiara Evangelista.  Ogni singola poesia si contraddistingue per l'utilizzo di rime, assonanze e, altre varie figure retoriche, seguite da una metrica che disegna un proprio flow e un mood singolare che appartengono a Chiara in maniera genetica.  Questo pamphlet è densissimo di sequenze di versi molto ritmati, incentrati su specificità tecniche come rime baciate, assonanze-consonanze ed allitterazioni.  Questi  versi  vanno scanditi per bene, e quasi sembrano avere una figura ritmica ben precisa come quella del 4/4, tanto queste parole consentono un ascolto lineare, ma soprattutto un approccio semplice ed immediato. Un esempio forse può chiarire: “Barcollare tra il denotativo e il connotativo, acquadernare e squadernare, animare l'inanimato, vedere e non guardare, rendere fluorescenti le tinte pastello...”.   In medias res  parla fondamentalmente  d’amore, di morte (quella interiore magari dinanzi alle tante delusioni della quotidianità) e delle tante sciocchezze che vita pone sul cammino di tutti, quasi fossero tante (anche se estenuanti) prove che conducono alla maturità, qualunque essa sia, ovunque essa sia.
Chiara Evangelista è nata a Lecce nel 1997. Dopo aver conseguito la maturità classica, ha intrapreso gli studi giuridici presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano. Da sempre le sue passioni sono la musica, il cinema e la letteratura
Per una serata le librerie, i caffè letterari e le sedi associative dislocate in ogni angolo della Puglia si trasformeranno in “Fortini Letterari”. Grazie ad una miriade di eventi (presentazioni libri, reading, spettacoli e gruppi lettura) che si terranno in simultanea, la Puglia che “resiste” e che crede nel valore della lettura/cultura, potrà ritrovarsi fisicamente (e virtualmente) stretta da un abbraccio grande quanto una regione. Una rivoluzione culturale che parte dal basso, che parte da Sud e che vuole dimostrare a tutti come la regione che secondo le statistiche legge meno, in una nazione che legge poco, possa ritrovarsi intorno alle parole, alle idee e alle lettura. Tutto nasce dal blog letterario Inchiostrodipuglia.it che in due anni di vita è riuscito a creare intorno a sé una rete di fatta di Librerie/Associazioni Culturali/Autori ma soprattutto di Lettori. Grazie ad un entusiasmo contagioso il blog Inchiostrodipuglia.it, nato con lo scopo di disegnare la mappa letteraria della Puglia, è uscito dal web dando vita ad un vero e proprio Movimento Culturale.
La casa editrice iQdB Edizioni di Stefano Donno partecipa con due suoi autori, ovvero Raffaele Polo (con ‘O Andramu Pai e La Leggenda di Castro editi da iQdB Edizioni) e Anna Scarsella (con Io Sono Fantasma edito da iQdB Edizioni).
Il Caffè Letterario di Lecce e l'Associazione Culturale Grifondoro hanno deciso di colorare di giallo la loro notte della lettura, attraverso un appuntamento cui prenderanno parte alcuni giallisti salentini e autori che si sono cimentati con il genere: Arturo Alessandri - Giuseppe Calogiuri - Alberto Colangiulo - Paolo La Peruta - Giorgia Lepore - Elisabetta Liguori - Raffaele Polo (con ‘O Andramu Pai e La Leggenda di Castro editi da iQdB Edizioni di Stefano Donno) - Eugenio Rollo - Anna Scarsella (con Io Sono Fantasma edito da iQdB Edizioni di Stefano Donno). 

iQdB edizioni di Stefano Donno (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno) / Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 - 73107 Sannicola (LE)
 Redazione - Mauro Marino
Segreteria Organizzativa – Dott.ssa Emanuela Boccassini (ema.boccassini@gmail.com)
Public Relations – Raffaele Santoro
Social Media Communications - Anastasia Leo, Ludovica Leo

Terre del Salento Un giorno nella Storia

I CAMPIONI DELLO SPORT MONDIALE ARRIVANO A LECCE E SCENDONO IN CAMPO CON...

LECCE, TORNA ALLA LUCE LA CRIPTA DEL DUOMO, SORPRESE DURANTE IL RECUPERO

LECCE VITALI “A LECCE F I PERDERA' SE NON ELEGGERA' 4 CONSIGLIERI”

Lecce - Pizzo e attentati incendiari, presa la banda dello scooter (20.0...

mercoledì 19 aprile 2017

FUORI TEMPO MASSIMO - i libri d'artista di Paola Scialpi al Fondo Verri di Lecce



























“Mare: una storia da riscrivere"," Ombre "," Donne";" Fuori tempo massimo" sono i quattro libri d'arte creati dall'artista Paola Scialpi.  Un' interessante e stimolante avventura, carica di impegno per il sociale,  per l'artista salentina che si è voluta cimentare in una creazione  del tutto nuova per il suo percorso artistico. I libri racchiudono in una ventina di pagine immagini dipinte e racconti, totalmente inediti e scritti a mano, che narrano il contenuto di storie talvolta ai margini talvolta alla deriva. Il primo dedicato ai migranti, è stato accolto con sincera condivisione spirituale e vicinanza umana da Papa Francesco a cui l'artista ha fatto dono di una copia. Il libro  che parla di migranti, contiene oltre alle immagini un racconto molto toccante. Il secondo "Ombre" esprime con immagini e racconti la vita dei senza tetto e della vecchiaia in solitudine. Il terzo "Donne" si riferisce a molte situazioni, tutte al femminile, e contiene oltre ad un racconto scritto dall'artista anche piccoli componimenti di poetesse contemporanee. Il quarto " Fuori tempo massimo "rappresenta invece gli eventi atmosferici e geologici che l'uomo deve affrontare sempre più frequentemente. I libri sono opere uniche nate dalla sensibilità di un’artista che ha da sempre utilizzato la sua arte per denunciare o comunque per inviare messaggi di critica e di riflessione sulla nostra contemporaneità sempre più complessa e sempre più sfuggente.

I libri saranno esposti al Fondo Verri di Lecce via Santa Maria del Paradiso dal 21 al 25 aprile 2017. Inaugurazione 21 aprile 2017 ore 19,30.